top of page
  • Immagine del redattorefahbro

Il manifesto della mia famiglia

Tutti e due abbiamo cambiato i pannolini a nostra figlia prima.

E poi a nostro figlio.

Abbiamo seguito l'inserimento a scuola della più grande insieme.

Ci sediamo sempre seduti per terra a colorare e giocare con loro.

Giochiamo con le bambole e con le macchinine allo stesso modo.

Giochiamo alla parrucchiera e ai "mostri".

Mettiamo lo smalto sulle unghie

Facciamo lavatrici e lavastoviglie.

Prepariamo la cena e facciamo la spesa tutti e due.

Spazziamo e laviamo il pavimento.

Facciamo addormentare i nostri figli e badiamo loro anche da soli a casa.

Indossiamo il viola e il rosa, il blue e il verde, tutti.

Nelle scuole dei figli non ci sono stranieri, ma compagni di scuola.

Non diciamo "pisello" o "patata".

Non ci sono botte, schiaffi o punizioni.

Ci sono conseguenze si.

Piangiamo, ci commuoviamo e ridiamo tutti.

Non siamo speciali.

Siamo una famiglia.

Allo stesso modo ci dividiamo i compiti e le mansioni.

Non c'è un bravo papà e una mamma che fa il suo dovere.

Non c'è un mammo.

Non c'è una mamma che faccia tutto da sola.

Siamo solo una mamma e un papà.

Non insegniamo ai figli che ci sono giochi e colori da femminucce e altri da maschietto.

Non facciamo distinzioni per Paese di nascita, cultura di appartenenza, religione o colore di pelle.

Non siamo speciali.

Siamo una famiglia.

Non ci sono compiti che fa la mamma e non il papà.

Non c'è una "mater" per la cura del matrimonio e un "pater" per il patrimonio.

Siamo praticamente intercambiabili, allattamento a parte.

Non siamo speciali siamo una famiglia.

Siamo semplicemente una famiglia.

Abbiamo scritto la nostra strada con il nostro credo.

Commettiamo errori e ci rialziamo.

Perché non esiste la perfezione.

Ma a nostro modo proviamo ad educare li esseri umani di domani.

Nel miglior modo che conosciamo.

1 Comment


tittasant
Dec 28, 2023

Sono contenta della solidità della vostra unione, basata sul rispetto reciproco. Mi piace la vostra comunione di intenti, apprezzo la complicità che c'è nel vostro rapporto e condivido il vostro modo di educare i figli. Siete due belle persone, siete una mamma e un papà meravigliosi, siete una famiglia serena. Non siete speciali, siete una famiglia.

Like
bottom of page